Valencia, due dritte di viaggio e di cucina

Nelle ultime settimane ci siamo dedicate a un’altra nostra passione, i viaggi.
Abbiamo passato dei weekend in giro e vogliamo condividere con voi alcuni consigli sui luoghi da non perdere e i piatti e ristoranti provati da noi.

La prima tappa è Valencia.

Abbiamo dormito a Casa Cosy, un appartamentino nel centro storico, bello, pulito, economico e comodissimo per girare la città a piedi. A due passi trovate la cattedrale, a quattro la Plaza del Ayuntamiento e delle Poste e mille negozi.

image
Cattedrale di Valencia

Per un aperitivo sfizioso vi consigliamo di perdervi a Ruzafa, quartiere strapieno di locali e ristoranti. Noi abbiamo bevuto un vinello local dai ragazzi dei Cuatro Monos, che fanno anche dei cocktail spaziali. Da non perdere le tapas dal sapore italiano, per chi avesse nostalgia del gorgonzola! 😉

image
Cuatro Monos
image
Vino bianco Bicos

A seguire, per cena, il delizioso ristorante El Camerino. Piatti tipici e una cortesia da lasciare a bocca aperta, come ovunque a Valencia.
Alternativa per una seconda cena c’è anche La Pizca de Sal, nel Barrio del Carmen, a 8 minuti dal nostro appartamento, dove si può degustare la tipica paella valenciana e le patatas bravas. Assaggiatele, è un obbligo! 😉

image
Paella Valenciana

Valencia non è molto grande, giratela a piedi e perdetevi tra le tante vie e i palazzi curati dei vari quartieri. Guardate spesso all’insù, finestre, tetti e balconi e ammirate i differenti stili architettonici. Vagabondate per le vie e le piazzette di Canovas, fino a sera, per godere della movida dei numerosi bar e ristoranti.
Da non perdere: un giretto all’interno della stazione in stile liberty, una visita alla Ciutat de les Arts i les Ciències, con l’Oceanografico, il Museo della Scienza e… scoprite voi il resto!

image
Ciutat de les Arts i les Ciències

Per lo shopping gastronomico vi consigliamo un giro al Mercat Central, tenete sotto controllo l’orologio, perché chiude presto nel pomeriggio (intorno alle 15)

image
Mercat Central Valencia
image
Jamones - Mercat Central Valencia
image
Olive (aceitunas) - Mercat Central Valencia

All’interno c’è il Central Bar, sedetevi al bancone per gustarvi due tapas e una birra, molto caratteristico.

Immancabile un salto al mare, raggiungibile a piedi (se avete voglia), con i mezzi o in taxi (che tra l’altro costano davvero poco, se poi siete in gruppo, ancora meno).

image
Valencia

Un’ultima cosa curiosa da vedere? La casa più stretta della città e seconda d’Europa, che misura solo 107 centimetri di larghezza!

image
La Estrecha

Se capitate in città il giovedì, nella Porta degli Apostoli della Cattedrale si riunisce il Tribunal de las Aguas, tribunale tradizionale di origini medievali, designato “Patrimonio Culturale immateriale dell’Umanità” nel 2009, incaricato di gestire e giudicare le dispute nate a causa dell’acqua utilizzata per le attività di irrigazione dei campi da parte degli agricoltori dei diversi canali.

Oplà, buon vagabondaggio per Valencia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...